Promozione prodotti “Made in Italy” presso la catena di ristoranti “C.straits Cafe”

da CinItaly's Team
Visite: 73

INFO CINITALY - CINITALY22   06 Marzo 2018

L’otto marzo siamo stati Invitati a Cena nel ristorante al villaggio olimpico di Jinan da parte della proprietaria della catena di ristoranti, Mrs Xu. Gli argomenti sul tavolo (oltre il cibo) erano molti, abbiamo presentato l’Associazione, InfoSeal e il format “Italian Experience. Mrs Xu è consapevole di non avere un carattere totalmente occidentale nei suoi ristoranti, chiede la nostra collaborazione per aiutarla nel realizzare un corner di prodotti italiani “garantiti” nel locale che deve ristrutturare, dandogli un carattere decisamente più italiano. In aiuto di questa idea viene il cuoco, bravo e conoscitore della cucina italiana, omaggiato Mrs Xu con un “cesto” di prodotti “CinItaly” (vino MPC, olio “Terre e Olivi”, salsa tartufata nelle diverse preparazioni, biscotti “Sapori della Sabina”, oltre a “vero” prosciutto di Parma ).

 

      

A cena manzo “Kobe“, questa carne giapponese è famosa in tutto il mondo per le sue caratteristiche, nonché per il suo elevato prezzo di mercato. Le bistecche più care del mondo sono quelle ottenute dalla carne della razza di manzo wagyu, le altre pietanze non erano da meno per raffinatezza e bontà. 

Due giorni prima avevamo provato ad un altro ristorante le specialità italaine: spaghetti al ragù e zuppa di pesce, il pane proposto (mini bruschetta come apetizer) era del tipo baquette.

  

In sintesi: 

• abbiamo potuto riscontrare una buona qualità delle materie prime utilizzate: pasta De Cecco e Di Martino, caffè Illy (al bancone fa mostra una “La Cimbali”)

• un cuoco in gamba, mostra abilità e passione nel lavorare i prodotti italiani, messo alla prova con l’omaggio fatto a Mrs Xu, è stato abile a usare i nostri “gift” preparando delle ottime tartine, tra cui indimenticabili la tartara al tartufo.

Di contro totale assenza di vini italiani e, tranne il cuoco, nessuna idea delle usanze e delle tradizioni italiane.

Proposta la creazione in tutti i ristoranti e caffetterie della catena d i un corner gourmet (quello che mangi e apprezzi lo compri per farne dono agli amici) e organizzare settimane dedicate alla specialità italiane, come ad esempio sfruttare il forno a legna per sfornare pane e “vere” pizze (sarebbero le prime e uniche in tutto lo Shandong.

Tra i “gift” di Elk Restaurant il caffè solubile in un packging molto “smart”, battezzato personal drip coffee, letteralmente traducibile in un “caffè a goccia personale” (venduto anche dalla catena Starbucks.

 

 

 

 

 

Leave your comments

Comments

  • No comments found